Modica

Migrante del Gambia muore dopo il parto

Il neonato è in condizioni assai precarie ed è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva neonatale al "Paternò Arezzo" di Ragusa. La donna, sbarcata da una settimana a Pozzallo, soffriva di malattie infettive. L'Asp ha disposto l'autopsia per fare chiarezza sulle cause del decesso

Migrante del Gambia muore dopo il parto

Modica - Un'immigrata di 20 anni, arrivata un paio di settimane fa dal Gambia in stato di gravidanza, è morta martedì scorso nel reparto di malattie infettive dell’ospedale "Maggiore" di Modica, dopo aver dato alla luce, con il parto cesareo, un neonato che si trova ora ricoverato nel reparto di terapia intensiva neonatale del «Maria Paternò Arezzo» di Ragusa in condizioni critiche. I prossimi giorni saranno cruciali per capire se il piccolo riuscirà a sopravvivere.

La giovanissima madre è morta, a quanto pare, a seguito di sopravvenute complicanze in parte riconducibili a tutta una serie di patologie di cui pare fosse affetta. Sembra che la giovane gambiana soffrisse almeno di una malattia infettiva e proprio per tale motivo era stata ricoverata nel reparto di Malattie infettive del nosocomio modicano subito dopo lo sbarco, avvenuto a Pozzallo un paio di settimane fa. Proprio per salvaguardare il nascituro e tenuto conto delle condizioni cliniche critiche della gestante, i medici hanno optato per il parto cesareo.

Ancora da stabilire le esatte cause della morte della donna, forse provocata da un'emorragia interna, anche se si tratta solo di una ipotesi. Proprio per fugare ogni dubbio, l'Asp di Ragusa, come confermato dal direttore generale Maurizio Aricò, ha disposto che venga effettuata l’autopsia sul corpo della giovane, che era sbarcata circa un paio di settimane fa a Pozzallo. Da quanto hanno potuto appurare gli investigatori subito dopo lo sbarco, pare che il marito della donna sia prigioniero in Libia, ignaro di questa tragedia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi