Ragusa

Recuperati 60mila euro di profumi rubati

I ladri li avevano asportati da un negozio di Modica così come le due auto usate per compiere il colpo. Sono stati intercettati alla periferia di Ragusa. Dopo un lungo inseguimento da parte dei carabinieri, hanno abbandonato le macchine e sono scappati a piedi facendo perdere le proprie tracce

Recuperati 60mila euro di profumi rubati

Ragusa - Avevano studiato il colpo nei dettagli e lo avevano attuato con grande perizia. Poi, quando credevano di essere ormai al sicuro si sono trovati la strada sbarrata dai carabinieri, che stavano dando loro la caccia, dopo aver ricevuto la segnalazione del furto a Modica.Alla fine, i due mezzi usati per la fuga ed entrambi rubati a Modica sono stati recuperati, così come la refurtiva, per un valore di 60mila euro. I ladri, però, sono riusciti a scappare a piedi, facendo perdere le proprie tracce. 

Tutto è iniziato a Modica, dopo una banda ha preso di mira il negozio "Europrofumi". I malviventi hanno utilizzato una Fiat Multipla come ariete, sfondando la vetrina dell'esercizio. Quindi, con grande rapidità, hanno arraffato la merce in vetrina e, quindi, svuotato l'esercizio commerciale. Il rumore della vetrina in frantumi ha svegliato una donna, che ha subito chiamato i carabinieri, segnalando quanto stava accadendo. Quando i militari di Modica sono arrivati sul posto, però, dei ladri non c'era alcuna traccia. I ladri erano scappati in direzione di Ragusa con la "Multipla" e una Fiat Panda.

I militari del comando provinciale hanno subito attuato il piano di contrasto, bloccando ogni via di fuga. Quando i ladri sono arrivati a Ragusa si sono trovati i carabinieri alle calcagna. È iniziato un inseguimento per le vie cittadine, che ha costretto i ladri ad arrestare la corsa in un parcheggio di via Prampolini e a darsi alla fuga a piedi nella campagna circostante. Vani i tentativi dei militari, che hanno perlustrato a lungo tutta la zona, di rintracciarli.

Recuperate le due autovetture. A bordo c'erano ben 950confezioni di profumi di varie marche, anche griffe costosissime, per un valore totale di circa 60mila euro.

L’unico bottino portato via dai malviventi, oltre alla momentanea impunità, il contenuto dei cassetti del registratore di cassa che dovrebbe ammontare a circa seicento euro in contanti, che probabilmente i ladri avevano nascosto addosso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi