Vittoria

Incendiati quattro tir
Grave un autista

Rogo doloso all'interno dell'area del Consorzio Caair, in prossimità del mercato ortofrutticolo. Indaga la polizia

Incendiati quattro tir Grave un autista

Un incendio di natura dolosa è stato appiccato in nottata a quattro articolati parcheggiati all'interno dell'area del Consorzio Caair, in prossimità del mercato ortofrutticolo di Vittoria, il più grande per volume d'affari del Meridione. All'interno della cabina di uno degli autocarri vi era l'autista, un autotrasportatore pugliese, che ora versa in gravi condizioni nell'Ospedale Cannizzaro di Catania, dove è stato trasferito in elisoccorso. Sono intervenuti i vigili del fuoco di Vittoria e Santa Croce Camerina che hanno concluso le operazioni alle 3.30. Sono in corso indagini della polizia per risalire al movente dell'atto intimidatorio.

Il rogo doloso dei quattro articolati all'interno del parcheggio del consorzio Caair, che ha provocato gravi ustioni all'autista pugliese, non è il primo episodio intimidatorio nei confronti degli operatori del mercato ortofrutticolo di Vittoria. Circa un mese furono dati alle fiamme anche i Tir di un'altra azienda, la ditta Gatto. Episodi che segnalano un clima di minacce nel settore dei trasporti dei prodotti orticoli verso i mercati del Nord Italia. Il sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, è preoccupato per questa escalation. «È il secondo episodio in poco più di un mese - afferma - e questo è sintomatico di un atmosfera pesante. Peraltro, in questo caso è rimasto ferito nel rogo un autista che si trovava nella cabina di uno degli autoarticolati. L'attenzione va mantenuta alta, perché la città non può ripiombare negli anni bui degli attentati e delle intimidazioni mafiose. Sono certo che le forze dell'ordine sapranno fare luce sull'accaduto».

Sdegno è stato espresso dalla presidente nazionale della Cna-Fita, Cinzia Franchini, dopo l’attentato incendiario ai danni del Consorzio Caair. «Esprimo vicinanza all’imprenditore fatto segno di questo grave atto intimidatorio - dice Cinzia Franchini - però anche la mia rabbia e il senso di impotenza se ancora oggi questa è la situazione con la quale devono fare i conti, quotidianamente, gli autotrasportatori che cercano di operare nella legalità, in Sicilia. Da anni denunciamo il radicamento delle mafie in diversi settori produttivi tra questi il mercato ortofrutticolo di Vittoria cosi come in altri mercati del centro Italia e
sebbene le forze dell’ordine abbiano eseguito operazioni repressive importanti la situazione è a tutt'oggi drammatica». (AA) 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi