Vittoria

Violano i domiciliari, tornano in cella

La Polizia ha notificato a un romeno ed a un vittoriese l'ordinanza che aggrava la misura degli arresti in casa a cui erano sottoposti. L'immigrato era stato sorpreso con altri pregiudicati, mentre il secondo ha abbandonato più volte la propria abitazione

Polizia Vittoria

Vittoria - Nelle ultime settimane avevano più volte violato gli obblighi della detenzione domiciliare. Ed adesso ne pagano il prezzo: sono tornati in carcere. Si tratta del romeno Vasile Andrei Buliga, 26 anni, e del vittoriese Carmelo Gastrucci, 32 anni. Entrambi hanno violato gli obblighi connessi alla detenzione domiciliare: il romeno, nonostante il braccialetto elettronico, è stato trovato in tre distinte occasioni in compagnia di connazionali gravati da precedenti penali; Gastrucci, invece, è stato sorpreso a parlare con un altro pregiudicato e, in due occasioni, è stato bloccato all'esterno della propria abitazione.

Le relazioni degli agenti del commissariato è stata presa in esame dal Tribunale per quanto riguarda Gastrucci e dalla Corte di Appello di Catania per Buliga e in entrambi i casi è stato deciso l'aggravamento della misura cautelare. Stop, quindi, agli arresti in casa e trasferimento in carcere.

Ricevute le ordinanze, i poliziotti hanno raggiunto le abitazioni dei due uomini e, dopo aver loro notificato il provvedimento, li hanno trasferito nelle carceri di Ragusa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi