Ragusa

Fuga di gas in centro, evacuato pure il Tribunale

Un escavatore ha bucato il gasdotto ad alta pressione provocando un grossa fuoriuscita di metano. I vigili del fuoco hanno evitato che la miscela con l'aria potesse provocare uno scoppio. Dopo alcune ore tutto è tornato alla normalità

Fuga di gas in centro, evacuato pure il Tribunale

Ragusa - Negozi, abitazioni e pure il Tribunale evacuati e chiuse al traffico diverse strade del centro storico del capoluogo ileo. Tutto per una fuga di gas, che si è verificata poco prima delle otto del mattino in via Natalelli. Durante i lavori di scavo, un escavatore ha forato il tubo del metano ad alta pressione, provocando un assordante sibilo e la dispersione del gas in aria. I vigili del fuoco, prontamente allertati dagli stessi operai, hanno utilizzato acqua nebulizzata per diluire la concentrazione della miscela di gas e aria, potenzialmente esplosiva.

A quel punto, in via precauzionale, sono stati evacuati gli edifici vicini, fra cui il Tribunale, l’ufficio del Genio Civile la Camera di Commercio ed una scuola. La situazione è tornata alla normalità alcune ore dopo. I pompieri dopo aver effettuato i rilievi del caso sono rientrati in sede a mezzogiorno. Nella zona sono rimasti gli operai di Enel Gas per chiudere in modo definitivo la falla e garantire la ripresa della fornitura di metano a tutta l'area.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi