Operazione Penelope

Latitante si presenta
in carcere a Siracusa

Balahassen Hanchi, di 44 anni, era ricercato nell'ambito della recente inchiesta contro il clan Cappello-Bonaccorsi.

Si è costituito ieri sera nel carcere di Cavadonna, a Siracusa, Balahassen Hanchi, di 44 anni, sfuggito all’arresto il 13 gennaio scorso durante l’operazione "Penelope", della squadra mobile di Catania nei confronti di 31 presunti esponenti del clan Cappello-Bonaccorsi.
Gli indagati sono stati accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa con l’aggravante di essere l’associazione armata, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di droga, estorsione, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone e intestazione fittizia di beni. Balahassen deve rispondere di traffico continuato di sostanze stupefacenti, con l’aggravante di aver commesso il fatto per agevolare l’associazione mafiosa riconducibile al clan. (AA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi