Pozzallo

Arrestati due presunti scafisti

Si tratta di due giovani gambiani. Sarebbe stati loro a condurre il gommone con 179 migranti (tra loro sei donne e quattro bambini) salvato dalla nave "Asso Venticinque" al largo della Libia

Sbarco Pozzallo

Pozzallo - Ancora due scafisti individuati e arrestati dalla task force delle force dell'ordine che opera nel porto di Pozzallo. Si tratta di due giovani del Gambia di 21 e 23 anni. Secondo le dichiarazioni raccolte dopo lo sbarco di 179 migranti (tra cui sei donne e quattro bambini) sarebbero stati i due gambiani a condurre il gommone che è stato intercettato e posto in salvo dalla nave "Asso Venticinque". I due sono stati condotti in carcere a Ragusa.

I 179 migranti sono stati tutti trasferiti nell'hotspot pozzallese per le operazioni di riconoscimento e, quindi, avviati verso altre strutture d'accoglienza.

Nel corso delle indagini, gli agenti hanno appurato che i due si sono arruolati tra le fila dei libici per poter viaggiare gratuitamente o per poche centinaia di dollari di compenso. I testimoni hanno ampiamente descritto la condotta di questi uomini, specificando che è stata una loro volontà, quella di offrirsi ai libici per condurre i gommoni, traendo un profitto. Dall'inizio dell'anno sono 197 gli scafisti fermati in provincia di Ragusa. Lo scorso anno sono stati arrestati 150 scafisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi