Cc e Gdf

Sequestrati beni
per 1 mln a Gela

Il provvedimento colpisce il presunto affiliato al clan Emmnanuello

Sequestrati beni  per 1 mln a Gela

I Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela ed i Finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria del Comando Provinciale di Caltanissetta hanno sequestrato beni per un valore di circa un milione di euro a un presunto affiliato a Cosa Nostra gelese, Nicola Liardo, 42 anni, da sempre vicino alla famiglia "Emmanuello". Il pregiudicato è stato arrestato in numerose operazioni con l'accusa di associazione mafiosa, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti. La complessa indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta, ha visto una stretta collaborazione tra l'Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza nella ricerca di fonti di prova, nonché nella dimostrazione della sproporzione tra reddito e patrimonio del nucleo familiare dell'indagato. Il patrimonio sequestrato comprende 150 mila euro circa di denaro contante; due immobili situati nel centro storico di Gela; quattro terreni agricoli, che si estendono per diversi ettari; quattro autovetture e una pizzeria-tavola calda situata sulla principale via Venezia di Gela.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi