Vittoria

Arrestato sorvegliato speciale

Salvatore Pastore, 41 anni, di Palagonia, è stato bloccato dalla Polizia dopo un inseguimento di circa dieci chilometri. Aveva l'obbligo di residente nel centro etneo. Insieme a lui un giovane incensurato, denunciato per non essersi fermato all'alt degli agenti

Arrestato sorvegliato speciale

Vittoria - C'è voluto un inseguimento di circa dieci chilometri prima di bloccare l'auto che non aveva voluto fermarsi all'alt degli agenti del commissariato di Vittoria. A bordo c'era un pregiudicato di Palagonia (Ct), sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel suo comune. Si tratta di Salvatore Pastore, 41 anni, catanese residente proprio a Palagonia. È stato, quindi, a arrestato e trasferito nel carcere di Ragusa. A guidare l'auto era un giovane incensurato di Palagonia. È stato denunciato per non essersi fermato all’alt intimato dagli agenti e per la pericolosa fuga intrapresa per le strade urbane ed extraurbane, recando un concreto pericolo all’incolumità pubblica, oltre che per resistenza a pubblico ufficiale.

Tutto è cominciato quando i poliziotti hanno notato un'auto con due persone a bordo ferma in una strada senza sbocco. Alla vista degli agenti, i due sono saliti in auto e sono ripartiti a gran velocità. Gli agenti si sono posti all'inseguimento, intimando l'alt più volte, ma senza alcun esito. I due hanno imboccato la provinciale per Pedalino. E proprio poco prima della frazione di Comiso, dopo dieci chilometri d'inseguimento, sono stati bloccati. Pastore, privo di documenti, ha in un primo momento declinato generalità false. Ma c'è voluto poco per capire chi fosse in realtà. E proprio per il fatto di aver fornito false generalità, l'uomo è stato pure denunciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi