catania

Fermati due topi d'appartamento "acrobati"

Sono Pietro Gangi, di 39 anni, e Salvatore Gino Asiatico, di 32. Gli investigatori ritengono che il duo si avvaleva dell'agilità di Asiatico per arrampicarsi nottetempo lungo tubature, grondaie e impalcature per entrare nelle abitazioni

polizia

La Polizia di Stato ha fermato la notte scorsa a Catania due persone ritenute autori di una serie di furti appena compiuti in un appartamento di Via Vecchia Ognina e Via Sardo. Sono Pietro Gangi, di 39 anni, e Salvatore Gino Asiatico, di 32. Gli investigatori ritengono che il duo si avvaleva dell'agilità di Asiatico per arrampicarsi nottetempo lungo tubature, grondaie e impalcature per entrare nelle abitazioni senza curarsi dei proprietari che dormivano nei loro letti e rubare. Gangi ed Asiatico sono stati notati uscire dall'equipaggio di una Volante da uno stabile di via Vecchia Ognina e, alla vista degli agenti, hanno subito accelerato l'andatura, fuggendo per le vie limitrofe e abbandonando per strada una borsa da donna con dentro documenti di una donna che abita nella stessa via. I due sono stati intercettati in una sala giochi sita in via San Nicolò al Borgo. Bloccati e perquisiti, sono stati trovati in possesso di un portafogli con 45 euro, un mazzo di chiavi di un'altra abitazione, tre orologi, due powerbank, un selfiestick, un carica batteria da smartphone e un lettore MP3. Su disposizione del pm di turno Asiatico e Gangi sono stati rinchiusi nel carcere Piazza Lanza. Sono in corso indagini per accertare la responsabilità dei due in ordine ad un furto in appartamento commesso in via Macallé circa un mese fa e di ulteriori furti in appartamenti della città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi