catania

Finte dipendenti comunali rubavano in case di anziani

In manette Giovanna Resizzi Scalora, 50 anni, e Fortunata Sesta, 29, che secondo gli investigatori fanno parte del gruppo nomade dei Caminanti.

polizia

Si fingevano assistenti sociali, impiegate del comune o vecchie conoscenze e derubavano gli anziani soli in casa o disabili. E' quanto scoperto dagli agenti della polizia di Stato del Commissariato Nesima di Catania e di loro colleghi di Adrano che hanno arrestato due donne per furti aggravati e una rapina. Sono Giovanna Resizzi Scalora, 50 anni, e Fortunata Sesta, 29, che secondo gli investigatori fanno parte del gruppo nomade dei Caminanti. Le due donne rassicurando le vittime prescelte le convincevano a farle entrare in casa e poi svuotavano cassetti e portagioie. Con la scusa di volere un bicchiere d'acqua o di visionare un documento rimanevano sole mentre la vittima si allontanava Resizzi Scalora è stata condotta in carcere, mentre Sesta, che all'inizio dell'indagine era incinta, è stata posta agli arresti domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto