ragusa

Uccide ex socio per affari andati male, quattro fermi

Indagini della Polizia sull'assassinio di Salvatore Nicosia, 39 anni, ucciso a fucilate nel suo negozio di autoricambi il 12 settembre scorso a Vittoria

Accoltella 24enne,  arrestato dalla polizia

Sarebbe stato l'eliminazione di un ex socio d'affari andati a male l'assassinio di Salvatore Nicosia, 39 anni, ucciso a fucilate nel suo negozio di autoricambi il 12 settembre scorso a Vittoria, nel Ragusano. E' quanto emerge dai quattro fermi, emessi dal procuratore Carmelo Petralia, ed eseguiti dalla polizia di Stato nei confronti di quattro indagati: Giacomo Iannello, di 39 anni, che da mesi aveva un contenzioso d'affari con la vittima, suo padre Carmelo, di 64, Yvan Cacciola, di 19, e Giuseppe Scionti, di 28. Secondo l'accusa Giacomo Iannola aveva dei rancori nei confronti di Nicosia legati a motivi economici per affari in cui erano soci ed erano andati a male. Vista la stazza della vittima detto 'Turi Mazzinga' perché molto forte fisicamente e esperto in arti marziali, avrebbero organizzato una spedizione in quattro per non essere sopraffatti. Le indagini sono state eseguite da squadra mobile di Ragusa e commissariato della polizia di Stato di Vittoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

De Luca, ecco le querele

De Luca, ecco le querele

di Maurizio Licordari

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari