Pozzallo

Spaccio di droga come affare di famiglia

Marito, moglie, i due figli e la fidanzata di uno dei due sono stati arrestati dai carabinieri. Avevano trasformato la loro abitazione in un mercato dello stupefacente. Sequestrati oltre mezzo chilo di marijuana e hascisc

Spaccio di droga come affare di famiglia

Pozzallo - Tutta la famiglia coinvolta e la casa trasformata in un supermarket della droga. Lontano da occhi indiscreti, nell'abitazione era anche possibile "consumare" la droga, così da non portare tracce pericolose al di fuori delle quattro mura. L'idea non è originale e, ancora una volta, non ha funzionato. Perché l'andirivieni di acquirenti non poteva che insospettire i carabinieri. Troppa gente attorno a quella casa, anche minorenni per non decidere di andare a dare un'occhiata.

I militari di Pozzallo, Marina di Modica e della motovedetta hanno fatto le cose in grande: hanno presidiato la zona, bloccando le prime persone che hanno visto uscire dall'abitazione. Ed ovviamente hanno trovato la droga: i tre minori fermati avevano in tasca un grammo di marijuana e uno e mezzo di hascisc. Era il segnale atteso per far scattare il blitz. I carabinieri hanno fatto irruzione nell'appartamento, dove hanno trovato la famiglia al compleso: padre, madre, due figli e la fidanzata di uno dei due. Poi, c'erano altri tre ragazzi, uno dei quali minore, probabilmente appena giunti per acquistare la dose. Nell’appartamento sono stati trovati, sparsi in più ambienti, diversi residui di sostanze stupefacenti, in particolare, in alcuni posacenere, c'erano spinelli da poco spenti e, su un tavolino, i cosiddetti “bong” o “pipe ad acqua”, strumenti per il consumo di hashish e marijuana.

A quel punto è scattata la perquisizione certosina della casa. In una camera da letto, ben nascosto, hanno trovato un involucro con circa 90 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi, nonché 3 grammi di hashish e diverso materiale per il taglio, il confezionamento e la pesatura della sostanza stupefacente. L'attenzione, subito dopo, è stata attirata da uno sgabuzzino chiuso a chiave al piano superiore della casa. La donna ha fatto di tutto per evitare di aprire quella porta, ma alla fine ha dovuto cedere. E i motivi di tanta riottosità sono stati subito chiari: nascosto in un mobile, i Carabinieri hanno trovato uno scatolo di cartone con all’interno numerose dosi di marijuana per circa 250 grammi, ulteriori dosi di hashish per un peso di circa 170 gr., altro materiale per il confezionamento, taglio e pesatura della sostanza, nonché 400 euro in banconote di vario taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Conclusa la perquisizione, i Carabinieri hanno condotto in caserma la famiglia al completo e la fidanzata 18enne di uno dei figli, arrestandoli tutti per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Gli uomini sono stati trasferiti  nel carcere di Ragusa mentre le donne state accompagnate nella casa circondariale di piazza Lanza a Catania. Lo stupefacente sequestrato è stato inviato al laboratorio di analisi dell’Asp.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi