Ragusa

Lavori in centro, è scontro commercianti-Comune

Il rifacimento della conduttura idrica in via Sant'Anna ha tagliato in due via Roma, discriminando una parte degli operatori commerciali. La presenza di una mostra sul ponte Pennavaria rende complesso raggiungere molti esercizi commerciali. Oscurate insegne e vetrine

Lavori in centro, è scontro commercianti-Comune

Il presidio dei commercianti di via Roma davanti al cantiere di via Sant'Anna

Ragusa – È scontro tra i commercianti di via Roma, la principale arteria cittadina, e l’amministrazione comunale. Oggetto del contendere sono i lavori di rifacimento della rete idrica avvia in via Sant’Anna, tagliando di fatto in due via Roma. L’avvio dei lavori ha provocato la reazione degli operatori commerciali che opera in una parte dell’arteria, perché per la clientela è diventato difficilissimo raggiungere quegli esercizi.

A rendere ancora più complicata la situazione c’è la presenza, sul ponte Pennavaria, di una mostra promossa dall’Ordine degli architetti che, da giugno, ha eliminato tutti i parcheggi esistenti sul viadotto.

La protesta dei commercianti si è concretizzata sabato scorso con lo spegnimento delle insegne e delle vetrine degli esercizi commerciali. I numerosi operatori, supportati dall’Ascom, adesso pensano ad ulteriori, eclatanti proteste, visto che da Palazzo dell’Aquila e dall’amministrazione grillina non arriva alcun segnale. Ad annunciarlo è stato il presidente cittadino dell’Ascom Salvo Ingallinera. Lo ha fatto con una lettera inviata al sindaco Federico Piccitto. «Abbiamo chiesto – ha spiegato Ingallinera – la realizzazione di una serie di richieste» per rendere meno pesante l’isolamento di una parte di via Roma.

Senza riscontri da parte del Comune, l’Ascom darà vita ad altre forme di protesta ancora più eclatanti. I commercianti chiedono, in particolare, che si proceda allo «smontaggio immediato della mostra sul Ponte Pennavaria; accelerazione dei lavori in via Sant’Anna; apertura via Santissimo Salvatore fino al termine dei lavori di via Sant’Anna». Ma non solo: viene anche invocata la pulizia di strade ed aiuole, la presenza continua di ronde delle forze dell’ordine per contrastare lo spaccio di droga e la presenza della microcriminalità nella zona e, infine, l’attivazione della videosorveglianza e di un’illuminazione più potente rispetto a quello attuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto