Catania

Condanne definitive
Colpito clan Piacenti

Destinatarie due persone accusate di associazione mafiosa e usura. Arrestato inoltre un 42enne che deve scontare quattro anni di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti

corte cassazione roma

La Cassazione ha confermato le condanne, emesse il 13 gennaio del 2011 dal Gup di Catania, per associazione mafiosa e usura nei confronti due esponenti del clan Piacenti che sono stati arrestati dalla polizia di Stato. Sono Rosario Luca Privitera, di 40 anni, che dovrà scontare tre anni e dieci mesi, e Antonio Tavolacci, di 44 anni, condannato a tre anni e 11 mesi. Arrestato anche Mario Lionti, di 42 anni, che deve scontare quattro anni di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti. I tre erano stati arrestati dalla squadra mobile della Questura di Catania nel novembre del 2009 nell'ambito dell'operazione 'Morus', contro 25 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, traffico di droga, estorsione, usura, aggravati dall'avere agevolato il clan mafioso dei Piacenti, noti come i 'Ceusa'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi