Vittoria

Picchia la convivente incinta, arrestato

I carabinieri allertati da alcuni vicini di casa dopo che la donna era scappata invocando aiuto. L'uomo è stato ammesso agli arresti domiciliari. La vittima medicata in ospedale. Il feto è in buone condizioni

Picchia la convivente incinta, arrestato

Vittoria - Un quarantenne vittoriese, volto non nuovo alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai carabinieri per lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. Secondo quanto ricostruito, grazie anche al racconto della vittima, l'uomo avrebbe picchiato la convivente di 39 anni, che era al terzo mese di gravidanza.

La situazione era divenuta insostenibile ormai da diverso tempo tra i due conviventi: le difficoltà economiche avevano acuito i loro contrasti. E nemmeno la gravidanza della 39enne aveva sopito quei litigi, che, nel tempo, erano divenuti sempre più frequenti. Fino a  l’escalation di violenza ha raggiunto il culmine: l’uomo accecato dalla rabbia, durante l’ennesimo alterco, ha iniziato a picchiare ed insultare la donna, incurante del fatto che fosse in stato di gravidanza. La 39enne è riuscita a divincolarsi, scappando in strada e invocando l'aiuto dei vicini. Immediata la telefonata ai carabinieri, che sono arrivati in pochi minuti. Per prima cosa hanno soccorso la donna, avviata in ospedale con l'ambulanza del 118. Quindi, hanno individuato e bloccato l'uomo, trasferito in caserma e dichiarato in arresto. Su disposizione della Procura, il 40enne è stato ammesso ai domiciliari.

Alla donna i medici del pronto soccorso dell’ospedale "Guzzardi" hanno riscontrato escoriazioni e trauma all’addome, giudicati guaribili in otto giorni. Il feto sembra essere in buone condizioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto