Catania e Pozzallo

Fermati sei presunti scafisti

Nell'ambito dell'inchiesta sullo sbarco 273 migranti, partiti dalle coste libiche e giunti il 1 settembre nel porto del capoluogo etneo a bordo del pattugliatore militare maltese "P61". Sono due diciottenni. Nel Siracusano, individuati quattro traghettatori dei 493 migranti giunti con la nave 'Jaguar', battente bandiera Antigua&Barbuda

Fermati due scafisti

Due presunti scafisti sono stati fermati da polizia di Stato e guardia di finanza di Catania nell'ambito dell'inchiesta, coordinata dalla locale Procura Distrettuale, sullo sbarco 273 migranti, partiti dalle coste libiche e giunti il 1 settembre nel porto del capoluogo etneo a bordo del pattugliatore militare maltese "P61". Sono due diciottenni: Mohamed Yombouno, della Guinea Conakry, e Barary Kanteh del Gambia. Il primo sarebbe stato alla guida di un gommone di 7 metri con a bordo 125 migranti, il secondo il navigatore dotato di bussola.
Seguendo un consolidato protocollo investigativo, personale della squadra mobile della Questura e del Gico delle Fiamme gialle, in collaborazione con sezione operativa navale della guardia di finanza, hanno avviato gli accertamenti a bordo del mezzo navale maltese prima dell'arrivo nel porto di Catania. I due fermati, indagati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, sono stati condotti in carcere.

Sono quattro i presunti scafisti fermati dalla polizia di Stato nell'ambito delle indagini avviate sullo sbarco di ieri a Pozzallo di 493 migranti arrivati con la nave 'Jaguar', battente bandiera Antigua&Barbuda. Con quest'operazione dall'inizio dell'anno sale a 139 il numero degli scafisti identificati e condotti in carcere dalla squadra mobile della Questura di Ragusa per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. (AA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi