nel ragusano

Annega per salvare i figli, dimesso soccorritore

Il 33enne di Vittoria ha rischiato la vita per provare a soccorrere il tunisino che a sua volta ha salvato i suoi due piccoli trovando la morte

Ambulanze intrappolate da un albero

Sta meglio ed è stato dimesso Giovanni Rametta, 33 anni di Vittoria (Rg), ricoverato in ospedale il giorno di Ferragosto per sindrome di annegamento, dopo aver tentato di salvare il tunisino di 49 anni, morto nel tentativo di salvare i suoi due figli che erano in difficoltà per il mare ondoso. Rametta si era tuffato in acqua dopo che aveva notato il tunisino, in difficoltà tra le onde, ma senza riuscire a salvarlo, anzi rischiando la propria vita. Poi era stato portato a riva grazie alla catena umana promossa dalla poliziotta Lucia Scarpello, in servizio presso il commissariato Porta Nuova di Palermo, e in vacanza a Scoglitti (Rg) che dopo aver salvato il bambino di 11 anni, ha tentato di evitare la morte del tunisino senza però riuscirci. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi