Acate

Due ghanesi muoiono annegati

In un invaso artificiale per la raccolta d'acqua per l'irrigazione. Erano nelle vicinanze del bacino per pescare

Due ghanesi muoiono annegati

Due giovani di origine ghanese sono morti annegati nella serata di ieri ad Acate, in Contrada Chiappa nel ragusano, in un invaso artificiale per la raccolta d'acqua per l'irrigazione: sono Isaka Drameni, 28 anni, e George Aminou, 26 anni. I due, insieme ad altri connazionali, erano nelle vicinanze del bacino per pescare. Aminou è scivolato lungo la guaina all'interno dello specchio d'acqua e Drameni ha cercato di aiutarlo ma, per la presenza di melma e fango, anche lui è stato trascinato dentro.

Invano alcune persone presenti hanno tentato di aiutare i due giovani, poi non hanno potuto fare altro che chiamare i soccorsi. Poco dopo sono giunti i carabinieri, nonché personale dei Vigili del Fuoco di Ragusa e dei sommozzatori di Palermo. Le operazioni di recupero dei cadaveri si sono concluse verso le cinque di questa mattina: il medico legale intervenuto per l'ispezione cadaverica, Maria Iannì, ha confermato che il decesso dei giovani è avvenuto per asfissia da annegamento. Sono tuttora in corso accertamenti da parte dei carabinieri per accertare la dinamica dell'incidente. Le salme sono nell'obitorio del cimitero. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Francesco Riccio. (AA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi