Pozzallo

Sicurezza del porto, pressing sulla Regione

Il consiglio comunale aperto ha reiterato la richiesta di trasferimento dal comune al Genio Civile dei fondi per la progettazione. Al ministero dell'Ambiente si chiede di far presto per Via e Vas. Un tavolo tecnico per i fondi Ue

Porto Pozzallo

Pozzallo - Mettere subito in condizione il Genio Civile di utilizzare i fondi che erano stati assegnati al comune di Pozzallo per gli studi preliminari per la progettazione dell’ampliamento e messa in sicurezza del porto di Pozzallo. È il primo punto del documento approvato dal consiglio comunale aperto, che ha avuto come unico punto proprio la messa in sicurezza della struttura portuale. La seduta era stata sollecitata dalla Cgil, che, in questi giorni, ha mantenuto un presidio all’interno dell’aula consiliare per sollecitare l’assessore regionale alle Autonomie locali Giovanni Pistorio a tener fede all’impegno assunto a Pozzallo il 12 febbraio, trasferendo i soldi dal comune al Genio Civile.

L’assise aperta ha anche messo insieme una serie di richieste tese ad accelerare l’iter per rendere ancora più funzionale e sicuro il porto. Si comincia dalla richiesta di intervento immediato sul ministero dell’Ambiente per il rilascio della Valutazione d’impatto ambientale e della Valutazione ambientale strategica, che vanno abbinate allo studio preliminare del progetto di ampliamento e messa in sicurezza della struttura.

È stato, inoltre, deciso di costituire un tavolo tecnico, composto da rappresentanti sindacali, organizzazioni di categoria, Camera di Commercio, deputazione regionale iblea e da esponenti dei sodalizi marinari pozzallesi: a questo viene demandato il compito di spulciare tutti i bandi europei per riuscire ad intercettare il finanziamento necessario per poter realizzare i lavori. Prima però è necessario passare dal progetto di massima a quello esecutivo: senza questo, infatti, è impossibile accedere ai fondi Ue 2014-2020.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi