Ragusa

Non potrà più avvicinare l'ex moglie

Firmato dal gip del Tribunale il provvedimento nei confronti di un romeno, che non aveva esitato ad alzare le mani e sequestrare l'ex moglie. E' stata la squadra mobile ad accusarlo di stalking

Non potrà più avvicinare l'ex moglie

Ragusa - Era arrivato a porre in essere un vero e proprio sequestro, tenendo segregata in casa per ore l'ex moglie sotto la minaccia di un coltello. Adesso, per il romeno E.C.S., 35 anni, arriva il provvedimento del gip del Tribunale di Ragusa: non potrà più avvicinare la donna. Il giudice si è espresso dopo aver valutato tutte le informazioni raccolte dagli agenti della squadra mobile della Questura di Ragusa.

Gli agenti specializzati hanno prima raccolto la denuncia della vittima e, subito dopo, hanno iniziato a raccogliere gli elementi di conferma del racconto della donna. Dopo aver ascoltato i testimoni della violenza dell’uomo, gli investigatori hanno trasmesso tutte le fonti di prova alla Procura della Repubblica che, avendo constatato la pericolosità dell’uomo, ha richiesto ed ottenuto la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima.

Per ordine del giudice, il romeno non potrà avvicinarsi all’ex moglie, che lo aveva lasciato perché faceva uso di alcool e per questo diventava molto aggressivo. La vittima, a causa della condotta criminosa dell’ex marito, ha dovuto cambiare stile di vita, le proprie abitudini e stava per lasciare pure il lavoro, ma è stata convinta dalle poliziotte in servizio alla Squadra Mobile a seguire un percorso per poter mettere fine alle minacce del suo ex. Adesso, la sua vita dovrebbe tornare ad essere un po' più normale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto