Ragusa

Minaccia gli anziani genitori, arrestato

L'uomo, agli arresti in casa, chiedeva continuamente denaro per acquistare alcolici. Al rifiuto non ha esitato ad alzare le mani facendo finire entrambi in ospedale. E' stato trasferito in carcere

Polizia Ragusa

Gli agenti delle Volanti hanno arrestato un fidanzato violento

Ragusa - Era stato arrestato a gennaio assieme al cognato perché aveva aggredito la sorella ed il nipote per poi scagliarsi contro gli uomini delle Volanti che erano intervenuti in difesa dei due malcapitati, procurando loro svariate lesioni. Dopo un periodo di carcerazione preventiva, a Rosario Tummino, ragusano, era stato concesso di fruire degli arresti domiciliari nell’abitazione dei genitori; da quel momento avevano inizio una serie di comportamenti vessatori, minacce ed aggressioni nei confronti dei due anziani, colpevoli a dire del Tummino, di non supportarlo economicamente nell’acquisto di alcolici.

L’ennesimo episodio violento è avvenuto la scorsa settimana. I due anziani avevano dovuto far ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso per le ferite provocate dall'aggressione del figlio. A quel punto, gli agenti delle Volanti hanno consegnato alla Procura un dettagliato rapporto su quanto accadeva nell'abitazione. E la Procura, sulla scorta della dettagliata relazione, ha chiesto al gip Andrea Reale la revoca degli arresti domiciliari. Il giudice ha dato il via libera, firmando il provvedimento. Così, per Rosario Tummino si sono aperte le porte del carcere del capoluogo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi