Vittoria

Controlli a tappeto dell'Arma, quindici denunce

Un 62enne e un trentenne trovati con cartucce di vario calibro e un manganello telescopico. Due acatesi invece sorpresi con cesoie, coltelli da cucina, forbici, corde e taglierini nascoste nel cofano dell'auto

Carabinieri Vittoria

Vittoria - Sono state ben quindici le persone denunciate dai carabinieri a conclusione di un servizio che ha interessato tutto il territorio della Compagnia di Vittoria. Altre due sono state segnalate alla Prefettura per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti. Il bilancio parla anche di nove veicoli sequestrati e 8 patenti ritirate. Controllati, inoltre, 40 soggetti destinatari di misure alternative alla detenzione carceraria e per cinque è stato proposto un inasprimento della pena per le continue violazioni alla custodia domiciliare. 

Nello specifico, ad Acate, i Carabinieri della stazione hanno trovato due persone che viaggiavano con cesoie, coltelli da cucina, forbici, corde e taglierini nascosti nel cofano dell'auto su cui viaggiavano. Gli arnesi sono stati sequestrati. I due acatesi, G.F., 38enne, e G.L., 42enne, sono stati denunciati per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. A Comiso, invece, un 40enne, T.A., è stato sorpreso alla guida di un ciclomotore privo della copertura assicurativa: è scattato il sequestro del veicolo.
A Vittoria e Scoglitti, i militari hanno denunciato, con relativa proposta di aggravamento pena, cinque pregiudicati che stavano scontando gli arresti domiciliari senza rispettare le prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria.

Inoltre, grazie all’attività di controllo della circolazione stradale, un giovane di 26 anni, G.A., è stato trovato alla guida della propria autovettura in stato di ebbrezza alcolica, con tasso alcolemico superiore a quello consentito, mentre un 27enne, G.G., conduceva il proprio mezzo senza la copertura assicurativa e privo della patente di guida che non aveva mai conseguito: è scattato il sequestro del veicolo. Due persone, M.B., di anni 47, e B.F., di anni 61, sono state denunciate per furto di energia elettrica: si erano collegati alla rete elettrica pubblica in maniera abusiva mediante un apposito cavo. I contatori sono stati sequestrati grazie all’ausilio di personale specializzato che ha messo in sicurezza l’area. Due uomini poi, durante una mirata attività di controllo finalizzato al contrasto della detenzione abusiva di armi e munizioni, sono stati trovati con 42 cartucce cal. 38 e 10 di cal. 12 detenute senza titolo, e con un manganello telescopico nascosto in macchina: il materiale è stato posto in sequestro. Per C.G., 63enne, e V.N., 30enne, è scattata la denuncia.

I militari del presidio marittimo sono stati impegnati anche in un intervento che ha riguardato una lite, scaturita per futili motivi, tra un vittoriese di 36 anni, D.S., e un rumeno di 55, C.M.: quest’ultimo ha ricevuto una prognosi di 25 giorni per gravi ferite riportate alle mani e alle dita. Il giovane, invece, è stato deferito per lesioni personali

Da ultimo, sono stati segnalati alla Prefettura per detenzione per uso personale di droga due giovani incensurati, di origine tunisina, trovati in possesso complessivamente, di 2 grammi di hashish: si tratta di D.S., 29enne e di M.A.. Lo stupefacente è stato sequestrato e inviato al Laboratorio di sanità pubblica dell’Asp al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi