Ragusa

Il barocco si visiterà in bus

Eliminato da due anni il treno turistico che collegava i comuni Unesco tra Siracusa e il capoluogo ibleo, si tenta l'esperimento con un bus per fare in modo di incentivare le presenze durante tutto il periodo estivo. Il via sarà dato dal 2 luglio

Turisti Ragusa Ibla

Ragusa - Trenitalia ha tagliato, due anni fa, la grande esperienza del treno barocco, che, con una motrice antica, portava i turisti da Siracusa a Ragusa, facendo loro riscoprire il fascino del barocco dei comuni Unesco del Sud-Est siciliano attraverso un mezzo di trasporto che li faceva immergere in un'atmosfera completamente diversa. Chiusa quella parentesi, adesso si prova un'altra strada: il viaggio in bus granturismo. L'itinerario è leggermente diverso, perché stavolta si viaggerà su strada, ma il fascino dei luoghi da visitare resta immutato.

L'iniziativa è stata presentata ufficialmente a Siracusa e scatterà a partire dal 2 luglio prossimo. Il servizio, rivolto ai turisti, consentirà di visitare, partendo dal capoluogo aretuseo, le città patrimonio Unesco del Sud-Est. Il Bus Barocco partirà di sabato e porterà i turisti direttamente nel cuore dei centri storici, senza perdite di tempo o lunghe marce sotto il sole. Su suggerimento degli albergatori siracusani, rappresentati dal presidente Pippo Rosano, si è deciso di spostare il luogo di partenza da Piazza Archimede, che si trova nella Ztl aretusea, al Piazzale delle Poste per facilitare la sosta del pullman e il ritrovo con i partecipanti. Si è anche discusso della ricaduta del Bus Barocco sul turismo siracusano ed il responsabile del progetto ha spiegato che si tratta, prima di tutto, di un servizio assolutamente necessario in un sito di livello internazionale come Siracusa, ma può anche trasformarsi in una ulteriore motivazione per il turista per prorogare il soggiorno in città, approfittando di una escursione giornaliera senza essere costretto a lasciare l’hotel. Seguendo lo stesso ragionamento, l’organizzazione ha annunciato che è in fase di realizzazione anche il Bus Barocco “di ritorno” cioè con partenza da Ragusa e destinazione Siracusa per permettere ai turisti dell’area iblea di dedicare un giorno a Noto, Ortigia e al Parco Archeologico senza dover lasciare i propri alberghi.

Il programma di massima messo a punto, prevede la partenza alle 8.30 da Siracusa. La prima tappa sarà Noto, dove è prevista la visita ai monumenti della capitale del Barocco. Subito dopo si ripartirà con destinazione Ragusa. Il bus approderà direttamente a Ibla, in largo San Paolo. I partecipanti avranno a disposizione tre ore per seguire un percorso ricco di monumenti Unesco e dei luoghi di Montalbano. Nel primo pomeriggio, poi, di nuovo in strada per raggiungere Modica. Da qui si proseguirà per Scicli per visitare la famosa Via Mormino Penna. Il rientro a Siracusa sarà preceduto da brevi soste a Sampieri e Pozzallo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi