Acate

Aveva droga in casa, arrestato tunisino

Nell'abitazione dell'immigrato 29enne i carabinieri hanno trovato dieci grammi di hascisc suddivisi in tredici dosi. E' stato ammesso ai domiciliari

Aveva droga in casa, arrestato tunisino

Acate - E' finito nel bel mezzo di un'operazione dei carabinieri tesa a contrastare lo spaccio di droga. Il tunisino Fehmi Sohua, 29 anni, non ha avuto scampo. La perquisizione della sua abitazione a Marina di Acate ha portato alla scoperta di dieci grammi di hascisc, già suddivisi in tredici dosi. Nella casa, inoltre, i militari dell'Arma hanno trovato 325 euro, ritenuti provento della vendita della droga e per questo sequestrati.

All'abitazione dell'immigrato i militari sono arrivati perché, nei giorni precedenti, avevano notato un discreto andirivieni di persone, specialmente adolescenti. Il sospetto che la casa fosse utilizzata per spacciare droga ha preso subito corpo. Così è stata decisa la perquisizione, che ha trasformato i sospetti in prove concrete. Materiale per il confezionamento e una prima dose sono stati scoperti nella camera da letto, le restanti, invece, si trovavano in cucina. Tutto è stato posto sotto sequestro.

Il giovane, con precedenti penali specifici, è stato condotto in caserma e quindi sottoposto agli arresti domiciliari, così come disposto dal sostituto procuratore Giulia Bisello. E' accusato di spaccio di droga. Al vaglio degli inquirenti c'è adesso la posizione del 29enne. In particolare, i militari vogliono accertare l’eventuale complicità di altre persone e individuare il canale di approvvigionamento della droga. L'hascisc sequestrato è stato inviato al Laboratorio di sanità pubblica dell’Asp di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi