catania

Modificavano voti universitari, hacker denunciati

La Polizia Postale del capoluogo etneo ha denunciato un 31enne e un 25enne che grazie alle conoscenze informatiche offrivano prestazioni a pagamento su internet. Erano anche capace di cambiare i voti degli esami all'Università.

Modificano voti universitari, hacker denunciati

Avrebbero offerto le proprie prestazioni a pagamento sul sito www.cercohacker.com. per recuperare password di social network o di account e-mail, installare software spia per carpire i dati di whatsapp, forzare sistemi di sicurezza privati e aziendali riuscendo, persino, a modificare i voti universitari. Per questa ragione la Polizia Postale e delle Telecomunicazioni ha denunciato due persone residenti nell'alto vicentino, rispettivamente di 31 e 25 anni, per accesso abusivo a sistema informatico e installazione di apparecchiature per intercettare o impedire comunicazioni telegrafiche o telefoniche. Il sito era stato attivato nel 2015. L'indagine, durata tre mesi, è stata avviata dalla Polizia Postale di Catania. Gli agenti, su disposizione dell'autorità giudiziaria di Venezia, hanno perquisito le abitazioni degli indagati, apparentemente estranei al mondo dell'informatica, e sequestrato materiale informatico ora al vaglio degli investigatori.

Secondo quanto accertato dalla Polizia Postale di Catania il sito aveva un vero e proprio listino prezzi. Venivano chiesti 160 euro per intercettare Whatsapp e 350 euro per violare una password. In cinque giorni gli hacker avrebbero guadagnato 3.000 euro. Centinaia sarebbero state le richieste di italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi