Ragusa

La Rai chiede scusa a Comiso

La trasmissione "Fuori Tg" del Tg3 aveva mandato in onda un servizio del 2012 nel quale indicava l'aeroporto di Comiso come una grande incompiuta costata una montagna di soldi. Adesso arrivano scuse e rettifica. Nota all'on. Marialucia Lorefice in commissione Vigilanza

Aeroporto Comiso

Ragusa - Ed alla fine arrivarono anche le scuse della Rai. In un servizio mandato in onda nella trasmissione "Fuori Tg" del Tg3 la struttura comisana era stata indicata come una grande incompiuta che aveva drenato una montagna di denaro pubblico. Venivano anche mosse accuse alla gestione del personale, perché, nonostante l'aeroporto fosse chiuso, all'interno c'erano i vigili del fuoco. Peccato che, dal 2013, il "Pio La Torre" è perfettamente funzionante ed è in grande crescita. Il servizio mandato in onda era del 2012 ma non era stato evidenziato in alcun modo. Le accuse mosse a Comiso avevano sollevato un vespaio di polemiche e la parlamentare M5S Marialucia Lorefice aveva portato il caso in Commissione vigilanza.

E proprio in questa sede sono arrivate le scuse della Rai. La parlamentare iblea così commenta: «Avevamo espresso il nostro disappunto per i contenuti di tale servizio, chiedendo una rettifica con uno spazio specifico dedicato agli ottimi numeri, all’attività e all’indotto che, grazie allo scalo casmeneo, sono stati ottenuti in questi anni di operatività dell’aeroporto. Nella risposta - aggiunge la Orefice - la Vigilanza Rai parla di un malinteso e tiene a precisare che "Non c'è dubbio che aver utilizzato quel servizio del 2012 senza precisare che a Comiso le cose sono nel frattempo cambiate sia stata un’ingenuità, ma il senso del messaggio voleva essere che le incompiute sono un male antico, ancora oggi difficile da curare". In ogni caso - sottolinea la parlamentare grillina - la stessa Vigilanza Rai ha tenuto a evidenziare che il 17 Maggio in apertura della puntata di "Fuori Tg" la conduttrice ha precisato quanto segue: "Prima di cominciare dobbiamo fare una precisazione a proposito della puntata di "Fuori TG" del 26 aprile, dedicata alle opere incompiute nel nostro Paese. Nella copertina, l'argomento è stato introdotto citando un servizio del TG2 del luglio 2012, in cui si parlava, tra l'altro, dell'aeroporto di Comiso, completato nel 2007 e rimasto inutilizzato per 5 anni. Per completezza di informazione dobbiamo dire che nel frattempo le cose sono cambiate. Dal 2013 l'aeroporto ha preso a funzionare regolarmente con un traffico crescente di passeggeri, che ha toccato le 328 mila presenze nel 2015"».

«Apprezziamo la rettifica - conclude la Lorefice - che riteniamo fosse fondamentale per far luce su una realtà che merita adeguata e corretta informazione, quella dell'aeroporto di Comiso, in continua espansione e punto di forza non solo della Sicilia Orientale ma di tutta Italia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi