Chiaramonte Gulfi

Arnesi da scasso in auto, denunciati quattro albanesi

Gli agenti della Polizia stradale li hanno bloccati in un'area di servizio, in contrada Coffa, dopo averli notato sulla Ragusa-Catania mentre procedevano a forte andatura. All'interno del cofano gli arnesi da scasso. Il conducente aveva una patente falsa

Arnesi da scasso in auto, denunciati quattro albanesi

Chiaramonte Gulfi - Quella vettura che procedeva a tutta velocità sulla statale Ragusa-Catania, in direzione del capoluogo ibleo, li ha insospettiti. Gli agenti della Polizia stradale, che stavano effettuando un altro controllo, hanno subito "licenziato" l'altro automobilista e si sono messi alla ricerca di quella macchina con quattro persone a bordo. L'hanno trovata in un'area di servizio di contrada Coffa, nei pressi dello svincolo per Chiaramonte Gulfi. I quattro occupanti erano tutti albanesi ed erano privi del permesso di soggiorno. Nel corso del primo controllo, è emerso che due di loro avevano anche precedenti penali ed uno, in particolare, era finito in carcere per furto con scasso in una casa di campagna.

Considerando che in tutta la zona rurale di Chiaramonte Gulfi si sono registrati numerosi furti in abitazione, gli agenti della Polstrada hanno deciso di perquisire l'auto. Nel cofano la sorpresa: c'erano quattro mazze, un grimaldello, un seghetto, una cesoia ed una forbice. I quattro hanno cercato di giustificare la presenza di quegli attrezzi sull'auto con il fatto che lavoravano in campagna ed erano utilizzati per la costruzione dei muri a secco. Non hanno, però, saputo dare alcuna indicazione circa il luogo di lavoro verso cui erano diretti. 

I quattro sono stati, quindi, condotti negli uffici della Polstrada, dove, nel corso dei successivi controlli, è emerso che la patente di guida esibita dal conducente dell'auto era falsa. I quatto sono stati, quindi, denunciati per possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso. Al conducente, invece, è stata elevata una multa di cinquemila euro per guida senza patente. Per tre dei quattro, infine, è scattata la segnalazione al questore perché attivi la procedura di espulsione dal territorio nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi