RAGUSA

Rapina in villa, arrestato uno degli autori

E' caccia ai complici dell'uomo incastrato da un prelievo ad un Bancomat.

Rapina in villa, arrestato uno degli autori

I carabinieri del Comando provinciale di Ragusa hanno arrestato un uomo di 60 anni ritenuto responsabile di una violenta rapina con sequestro di persona ai danni due anziane sorelle, della figlia disabile di una di loro e di una badante romena, compiuta in un'abitazione di Marina di Ragusa nel giugno dello scorso anno.

L'arrestato è Giuseppe Seminara, individuato dagli investigatori perché circa un'ora dopo la rapina avrebbe effettuato un prelievo di 500 euro in un ATM di Comiso (Ragusa) utilizzando una carta bancomat ed il relativo codice pin rapinati insieme ad altri complici nell'abitazione, dalla quale i banditi avevano portato via anche denaro e gioielli insieme a denaro in contanti e gioielli. I militari hanno visionato le immagini della telecamera dell'Atm ed hanno controllato i tabulati delle celle telefoniche che agganciano la zona dove era avvenuta la rapina e quella del prelievo. I militari hanno eseguito nei confronti di Seminara un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Ragusa Claudio Maggioni su richiesta del pubblico ministero Francesco Puleio. L'uomo è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Ragusa. Il gruppo di malviventi, con il volto travisato e indossando guanti, la notte tra l'8 ed il 9 giugno, dopo aver forzato la porta d'ingresso, fece irruzione nell'abitazione dove abitavano le vittime che, prima che potessero rendersi conto di ciò che stava accadendo, furono immobilizzate e legate alle sedie con il nastro adesivo e poi per circa un'ora malmenate e minacciate di morte per rivelare dove fossero custoditi l'oro e i gioielli. I banditi misero a soqquadro la casa e portarono via preziosi per oltre 15mila euro, denaro per 1.600, la carta bancomat e il suo codice pin. Le vittime riuscirono a liberarsi e chiamarono il 112. In stato di shock, non furono in grado di fornire molte indicazioni utili per risalire ai banditi. Le indagini proseguono per risalire all'identità degli altri componenti della banda.(ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi