MUSEI

Giunta sblocca
11 milioni

Serviranno per il restauro e la sistemazione museale della Tonnara Santa Panagia a Siracusa, e per l'ampliamento dell'archeologico di Gela.

Tonnara Santa Panagia

Poco più di 10 milioni di euro per il restauro e la sistemazione museale della Tonnara Santa Panagia a Siracusa, altri cinque milioni per l'ampliamento del museo archeologico di Gela. I due progetti (10.340.175,01 euro per Siracusa e 5.049.804,77 euro per Gela) erano inseriti nell'elenco dei "Completamenti finanziati con le risorse liberate" nel rapporto annuale di esecuzione finale del Por 2000-2006. I fondi per questi due interventi - su richiesta dell'assessore regionale dei Beni culturali e dell'identità siciliana, Sebastiano Missineo - sono stati recuperati dalla giunta regionale di Governo con le economie delle risorse liberate della misura 2.01 "Recupero e fruizione del patrimonio culturale e ambientale Asse II Risorse Culturali" del Por Sicilia 2000-2006 per un totale di 11.173.886,42 euro. Missineo, inoltre, ha ottenuto anche lo spostamento di 4.216.113,77 euro dalla misura 2.03 del Por per completare il finanziamento che ammonta complessivamente a 15.389.979,78 euro. "Dopo anni di ritardi - ha spiegato Missineo - siamo riusciti a sbloccare due importanti interventi per valorizzare il patrimonio culturale siciliano. A Siracusa il progetto prevede il recupero ed il riuso dell'intero complesso della Tonnara per adibirlo a Museo del Mare. Si tratta di un grande successo, di cui andiamo orgogliosi, perché finalmente Siracusa potrà avviare un percorso per la conservazione e la salvaguardia di una struttura di notevole valore storico, architettonico e paesaggistico. All'interno della tonnara si potranno realizzare attività che affianchino la tradizionale sistemazione museale con servizi e manifestazioni destinate al pubblico. La riqualificazione del complesso di Santa Panagia potrà infatti creare un importante ritorno economico per gli operatori che vorranno investire nel rilancio di questa area". Il piano per il museo archeologico di Gela prevede invece "l'ampliamento e la realizzazione del museo delle navi puniche dove custodire degnamente queste due importanti reperti. Con i fondi che siamo riusciti a sbloccare - conclude Missineo -avvieremo adesso tutte le procedure per consentire che i lavori, sia a Siracusa che a Gela, possano partire al più presto per consegnare ai siciliani altri due grandi luoghi della nostra cultura". (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi