Ragusa

La terra trema sui Monti Iblei

Un terremoto di magnitudo 3,5 è stato registrato dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 10.55. L'epicentro è stato individuato tra Monterosso Almo e Vizzini ad una profondità di 23 chilometri. E' stato avvertito nelle province di Ragusa, Siracusa e Catania

La terra trema sui Monti Iblei

Ragusa - La terra torna a tremare tra i territori di Ragusa, Siracusa e Catania. Un terremoto di magnitudo 3,5 è stato registrato dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 11.55 di sabato mattina. L'epicentro è stato individuato sui Monti Iblei, a una profondità di 23 chilometri, in un'area compresa tra Monterosso Almo e Vizzini. Non si registrano danni a persone o cose. Tanta la paura a Monterosso Almo, che si trova ad appena tre chilometri dall'epicentro. La gente è scesa in strada allarmata. Solo dopo un'oretta la situazione è tornata alla normalità. Anche a Ragusa la scossa è stata sentita distintamente, specialmente nei più più alti dei palazzi. In alcune scuole del capoluogo è stata attuata la procedura prevista dalla Protezione civile in caso di evento sismico. Il terremoto è stato avvertito anche nei centri sui Monti Iblei delle province di Siracusa e Catania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Gambizzato al Villaggio Matteotti

di Alessandro Tumino