Vittoria

Sequestrati ortaggi
di dubbia provenienza

Scoperte circa 35 tonnellate di merce non etichettata in un'azienda. La polizia ha accertato anche l'impiego di lavoratori "in nero"

Tolti dal mercato ortaggi di dubbia provenienza

Oltre 35.000 Kg di ortaggi di dubbia provenienza sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato in un'azienda ortofrutticola di Vittoria, la cui attività commerciale è stata chiusa.
Quattordici dei 33 lavoratori dell'azienda, in contrada Pozzo Bollente, erano impiegati "in nero" e non avevano documentazione sanitaria. Gli agenti hanno accertato che gran parte Per stessa ammissione del titolare gli ortaggi venivano trasportati senza alcun documento dal produttore al suo magazzino; lui acquistava il prodotto dal produttore e lo etichettava, certificandone la provenienza senza alcun certezza.
Successivamente, avendo confezionato in plastica o cartone gli ortaggi, li vendeva alla grande distribuzione per i supermercati d'Italia. Il titolare ha collaborato con gli investigatori, dicendo che se non avesse fatto così non avrebbe potuto lavorare. Sono inoltre in corso indagini su alcune dipendenti che avrebbero percepito il sussidio di disoccupazione pur lavorando "in nero". (AA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi