Modica

Scoperta e chiusa una "casa di piacere"

Era stata attivata a Marina di Modica. Il proprietario dell'immobile è stato denunciato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Lo stesso era stato arrestato qualche giorno fa perché gestiva a Modica e nel Siracusano immobili usati per il meretricio

Scoperta e chiusa una "casa di piacere"

Modica - Un'altra casa di piacere è stata chiusa dai carabinieri. Era stata "aperta" a Marina di Modica. Il proprietario dell'immobile (compito da due appartamenti) è stato denunciato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. L'uomo, 57 anni, tra l'altro, era stato arrestato il 14 aprile perché avevano trasformato le diverse abitazioni di proprietà o prese in affitto in luoghi in cui si praticava il meretricio. Insieme ad un complice gestiva una vera e propria rete di immobili, una pluralità di abitazioni site tra Modica, Marina di Modica, Ragusa e Siracusa delle quali ne avevano la disponibilità in qualità di proprietari o locatari e che concedevano in locazione a più persone affinché queste potessero darsi alla prostituzione.

Tra i vari immobili messi a disposizione delle prostitute, dunque, i Carabinieri hanno sequestrato quelli di Marina di Modica. È risultato, infatti, che i due appartamenti venivano dati in locazione a canoni eccedenti i valori di mercato a persone dedite all’attività di meretricio e, in questo modo, il proprietario lucrava sui guadagni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi