Giarratana

Intimidazione al sindaco Giaquinta

Ignoti hanno tentato di appiccare il fuoco al portone della sua abitazione privata. Le fiamme si sono spente da sole

Intimidazione al sindaco Giaquinta

Giarratana - Sul significato del gesto ci sono pochi dubbi: era un tentativo d'intimidazione. Vittima il sindaco di Giarratana, Bartolo Giaquinta. E' stato un vicino di casa del primo cittadino, scoperto il tentativo di appiccare il fuoco al portone, ad avvertire i carabinieri. Successivamente, il sindaco ha formalizzato la denuncia contro ignoti. L'episodio, verificatosi circa un mese fa, solo adesso è divenuto di pubblico dominio. L'accaduto è stato segnalato anche al prefetto Maria Carmela Librizzi. I carabinieri, che stanno conducendo le indagini sul grave episodio, ritengono che il gesto possa essere collegato all'attività amministrativa di Giaquinta. I militari hanno anche sentito il primo cittadino ed hanno anche preso visione di alcuni fascicoli amministrativi in Comune.

Giaquinta ha trovato davanti al portone di casa un bicchiere di plastica contenente olio. Al suo interno era stato posto un fazzoletto al quale è stato dato fuoco. Le fiamme tuttavia si sono spente naturalmente dopo pochi minuti, pur se nell’aria è rimasto un odore acre. E’ stato un vicino ad accorgersi per primo del fatto e a segnalarlo ai carabinieri, che sono intervenuti sul posto, sequestrando tutto il materiale rimasto sulla soglia di casa. Nessun dubbio sul fatto che si tratti di un avvertimento. Così come appare chiaro che l'autore del gesto non sembra essere un esperto, considerato il sistema rudimentale scelto per cercare di appiccare l'incendio. La notizia ha fatto il giro del paese e ha suscitato molta preoccupazione. Bartolo Giaquinta si è detto tranquillo, ha esposto i fatti dando ulteriori particolari agli inquirenti che cercheranno di venire a capo della vicenda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi