fiumefreddo

Bottiglia incendiaria davanti a un negozio, due arresti

I fatti risalgono all'aprile dello scorso anno. In manette un 51enne e un 48enne. Sono accusati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Carabinieri

Carabinieri di Fiumefreddo hanno arrestato Angelo Dovara, 51 anni, e Orazio Leonardo Patanè, di 48, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Catania per tentata estorsione in concorso aggravata dal metodo mafioso, commessa nell'aprile del 2015 a un commerciante. Secondo l'accusa, per intimorire la vittima a pagargli 2.000 euro subito, come 'messa a posto', e poi una tangente mensile di 200 euro, avrebbero posizionarono davanti all'ingresso dell'esercizio commerciale una bottiglia con del liquido infiammabile. I due, su disposizione del Gip, sono stati condotti in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi