Ragusa

Non rispetta i domiciliari, siracusano in carcere

La revoca degli arresti in casa è stata disposta dal magistrato di sorveglianza. Il giovane si allontanava spesso nei fine settimana e faceva perdere le sue tracce per più giorni

Questura Ragusa

Ragusa - Gli arresti domiciliari erano vissuti come se non esistessero. Si allontanava spesso dalla propria abitazione e, nei fine settimana, spariva anche per più giorni di seguito. Le relazioni della squadra mobile e della divisione anticrimine della Questura di Ragusa, alla fine, hanno convinto il magistrato di sorveglianza a revocare gli arresti domiciliari a Davide Di Martino, 38 anni, originario di Siracusa, ma residente nel capoluogo ibleo. Sono stati i ripetuti controlli della Polizia ad evidenziare il mancato rispetto delle prescrizioni. La divisione anticrimine ha relazionato il magistrato di sorveglianza che ha disposto l’aggravamento della misura ed il suo accompagnamento immediato in carcere. Dopo la cattura, Di Martino è stato condotto dapprima in Questura per le notifiche degli atti a suo carico e poi è tornato per l’ennesima volta in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi