Ragusa

Denunciati due truffatori online

Un 23enne romano e un 50enne di Pescara sono stati denunciati: il primo aveva incassato 320 euro per un un kit di attrezzature da kitesurf; il secondo 130 euro per un'autoradio

polizia postale

Ragusa - Gli agenti dell'Ufficio volanti della Questura di Ragusa hanno impiegato ben poco a smascherare due truffatori online, che, utilizzando un sito di annunci gratuiti, erano riusciti a truffare due giovani ragusani. Le denunce sono scattate nei confronti di un 23enne romano e di un 50enne di Pescara. Per entrambi, l'accusa è di truffa aggravata.

Il romano aveva messo in vendita un kit di attrezzature per kitesurf, con tanto di fotografie e descrizioni. All'inserzione ha risposto un giovane ragusano, che, tramite mail, ha chiesto ulteriori informazioni. Successivamente, convinto dall’interlocutore circa la bontà dell’affare, ha effettuato un bonifico di 320 euro, l’intera somma concordata. L‘attesa per la ricezione di quanto acquistato è durata diversi giorni, nei quali sono iniziati i solleciti scritti e telefonate, ma degli interlocutori e del kitesurf nessuna traccia. La vittima a quel punto ha denunciato quanto accaduto in Questura. La stessa cosa ha fatto un altro giovane ragusano, che aveva pagato 130 euro con un versamento su carta ricaricabile per l'acquisto di un'autoradio, che non gli è stata mai inviata.

Gli agenti dell'Ufficio volanti hanno iniziato a tessere la rete di contatti dei truffatori e grazie anche alle informazioni ricavate dalle banche dati in uso alle forze dell’ordine sono riusciti a scovare i due. Responsabile del primo raggiro è stato un giovane ventitreenne residente a Roma, già con precedenti per truffa, mentre nel secondo caso si è trattato di un cinquantenne residente a Pescara, con precedenti penali. I due sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per truffa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi