Comiso

Rapina in banca, siracusano a giudizio

E' stato individuato dopo che era stato arrestato per un altro colpo a Rovigo: la sua foto è stata riconosciuta da uno dei testimoni. La Procura ne ha disposto il giudizio direttissimo. Ignoti ancora gli altri due complici

Rapina in banca, siracusano a giudizio

COMISO - Sarà processato per direttissima il siracusano B.D., 26 anni, residente a Sortino, accusato di essere uno degli autori della rapina all'agenzia di Pedalino della Banca agricola popolare di Ragusa, avvenuta il 23 gennaio dello scorso anno. L'uomo è stato individuato grazie ad una foto arrivata da Rovigo, dove il giovane era stato arrestato per un'altra rapina. Al momento, il siracusano si trova in arresto, ma vede aggravarsi, giorno dopo giorno, la sua posizione. Oltre alla rapina di Pedalino, infatti, gli è stato contestato un altro colpo nel Catanese. Nell'occasione del colpo a Pedalino, il siracusano era a volto scoperto mentre il complice era parzialmente camuffato. La foto è stata mostrata ad alcuni testimoni oculari del colpo, che hanno subito riconosciuto nel siracusano colui che era entrato in banca a volto scoperto. Le successive indagini tecniche permettevano di acquisire ulteriori elementi che ne confermavano la presenza in zona proprio in quelle ore. Una dettagliata relazione è stata, a quel punto, trasmessa alla Procura, che ha deciso di procedere con il processo per direttissima nei confronti del siracusano, attualmente in stato di detenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi