ragusa

Loris, il nonno nega tutto

Si è concluso dopo circa cinque ore l'interrogatorio di Andrea Stival, il nonno di Loris, accusato dalla nuora, Veronica Panarello, di avere ucciso il piccolo. La nonna conferma alibi del marito

Loris, il nonno nega tutto

. L'uomo è stato interrogato, in qualità di indagato, dal sostituto procuratore Marco Rota, alla presenza del suo legale, l'avvocato Francesco Biazzo. L'uomo avrebbe negato sia di avere avuto una relazione con Veronica Panarello sia di aver ucciso Loris. Dopo di lui sarà sentita la sua convivente, Andreina Fiorilla, in qualità di testimone, non da indagata, sulla vicenda. Secondo la sua testimonianza, Andrea Stival durante l'orario in cui il medico legale stima sia stato assassinato Loris, era a casa con lei.

Si è conclusa, dopo poco più di due ore, la deposizione di Andreina Fiorilla, la compagna di Andrea Stival, il nonno di Loris, sentita come persona informata sui fatti sull'omicidio del bambino. La testimone, secondo quanto si è appreso, avrebbe confermato l'alibi dell'uomo. Come già reso in precedenti dichiarazioni, avrebbe detto che Andrea Stival era con lei durante l'orario in cui il medico legale stima sia stato assassinato il piccolo Loris.

Il Gup di Ragusa, Andrea Reale, davanti al quale si celebra il processo, col rito abbreviato, a Veronica Panarello per omicidio premeditato e occultamento di cadavere ha concesso una proroga di 40 giorni ai periti e ai consulenti di parte per redigere e consegnare la perizia psichiatrica sulla donna. Un ulteriore 'accesso' è previsto nelle prossime settimane nel carcere di Catania dove è detenuta. Poiché il processo è condizionato alla perizia la prossima udienza prevista per il 17 marzo, slitterà e sarà rinviata a data ancora da destinare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi