Ragusa

Marocchino distrugge un bar e aggredisce i poliziotti

E' stato arrestato. Il nordafricano aveva finito di cenare in un ristorante cinese quando è andato in escandescenza. Ha pure tentato di aggredire i poliziotti

Polizia Ragusa

RAGUSA – In preda ai fumi dell’alcol ha distrutto il bar interno ad un ristorante cinese e quando è arrivata la polizia si è scagliato contro gli agenti. Alla fine è stato arrestato per minaccia grave, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Protagonista un marocchino, Addyani Tawfik, 30 anni, da tempo residente a Ragusa, che già in passato aveva avuto problemi nello stesso locale, dove, a detta del titolare, aveva rifiutato di pagare quanto consumato.

Tutto è cominciato dopo la cena, quando l’immigrato, già piuttosto “allegro” per l’alcol bevuto, ha cominciato ad urlare all’interno del locale. Alle rimostranze del ristoratore cinese, il marocchino replicava con pesanti minacce di morte e, subito dopo, a calci cominciava a distruggere diversi arredi. Uscito dal ristorante, poi, prelevava diverse bottiglie di vino dal contenitore della raccolta differenziata e le lanciava contro il ristoratore. Poi, iniziava a procurarsi ferite alle braccia e al collo con uno dei cocci di vetro raccolti da terra.

Quando è arrivata la volante della Questura, il marocchino, ancora molto agitato, prima si rifiutava di salire in macchina con gli agenti e poi iniziava a scalciare gli agenti. Ridotto alla ragione, è stato portato in Questura e arrestato

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi