Ragusa

Ricercato per spaccio a Vittoria, arrestato

L'albanese Erjon Broshka è stato intercettato dai carabinieri nel capoluogo. Tenta i contatti con gli acquirenti della droga. Era stato coinvolto nell'operazione "Coffee drugs"

Ricercato per spaccio a Vittoria, arrestato

RAGUSA - Si era rifugiato a Ragusa per evitare di essere riconosciuto a Vittoria, dove di norma risiede. Ma l'espediente non è stato sufficiente all'albanese Erjon Broshka, 30 anni, per evitare l'arresto. I carabinieri, i cui equipaggi giravano con la sua foto sul cruscotto, l'hanno incrociato nel centro del capoluogo ibleo. E' stato subito fermato, identificato e condotto in caserma, dove gli è stato notificato l'ordine di custodia cautelare. L'albanese è accusato di spaccio di cocaina. Era rimasto coinvolto nell'operazione "Coffee drugs", portata a termine alcuni giorni fa. In carcere erano finiti Sebastiano Claudio Cavallo, Andrea Di Martino e Salvatore Salerno. Mancava, appunto, l'albanese, di cui si era persa ogni traccia. Il piano messo a punto dai carabinieri, però, si è rivelato fruttuoso. E così anche l'immigrato è finito in una cella di via Di Vittorio. Dalle indagini relative all’operazione “Coffee Drugs” era  emerso che Broshka era un assiduo frequentatore del bar di Sebastiano Claudio CAVALLO, con il quale collaborava nello spaccio di cocaina che avveniva nel bar, divenuto la base operativa degli spacciatori arrestati. Secondo quanto emerso dalle indagini, l'albanese contattava gli acquirenti e concordava appuntamenti per definire le modalità delle cessioni della cocaina che, come sottolineato dal procuratore Carmelo Petralia e dal sostituto Valentina Botti, avvenivano adottando particolari cautele e facendo ampiamente uso di termini convenzionali, che hanno reso oltremodo complicate le investigazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Referendum: alle 12  ha votato il 16,8%, ma con disagi

A Messina il No al 70%

di Domenico Bertè