Vittoria

Spacciava in piazza, arrestato tunisino

La Polizia lo ha bloccato in piazza Daniele Manin. Gli sono state sequestrate undici stecchette di hascisc. Un algerino è stato invece denunciato

Polizia Vittoria

Vittoria - Quando ha visto le auto della Polizia ha subito gettato il pacchetto che aveva in mano, cercando di allontanarsi a passo spedito e provando a non dare nell'occhio. Nulla da fare. Gli agenti del commissariato di Vittoria avevano notato ogni cosa e, così, lo hanno subito bloccato. E' stato anche recuperato il pacchetto di cui si era disfatto, gettandolo nella vasca di una fontanella. Era un pacchetto di sigarette con all'interno cinque stecchette di hascisc per un peso complessivo di dieci grammi. Si tratta del tunisino Naoufal Turky, 39 anni, volto tutt'altro che nuovo per gli agenti. L'immigrato è stato perquisito sul posto: addosso aveva 195 euro in banconote di piccolo taglio e altre sei stecche di hascisc, del peso di oltre dieci grammi. Droga e denaro sono stati sequestrati. Poco lontano, gli stessi poliziotti hanno bloccato un altro immigrato: si tratta dell'algerino B.K., 39 anni. Addosso aveva 120 euro e sei stecche di hascisc. Condotti in Commissariato, il tunisino è stato arrestato per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti, mentre l'algerino è stato denunciato per lo stesso reato. Il servizio è stato effettuato in piazza Daniele Manin (conosciuta dai più come piazza Senia), dove lo smercio di droga avviene spesso sotto gli occhi di tutti. La piazza è considerata un luogo di ritrovo degli immigrati, ma è assai frequentata, specie nei fine settimana, anche da molti giovani vittoriesi. E' per questo motivo che la Polizia ha deciso di porre il sito sotto stretta sorveglianza per cercare di arginare un fenomeno che sta diventando assai diffuso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi