Catania

Riciclaggio e recupero crediti
per privati, 16 arresti

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile hanno interessato il vertice di Cosa nostra etnea, evidenziando la particolare attitudine del gotha della famiglia Santapaola-Ercolano verso il settore economico, attraverso il reimpiego di capitali illeciti

volante polizia

La gestione di capitali illeciti e l'attività di 'recupero crediti' da parte del clan per conto di terzi sono al centro di un'operazione della polizia di Stato di Catania che, su delega della Dda della Procura, sta eseguendo un'ordinanza cautelare nei confronti di 16 persone indagate, a vario titolo, per associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni e furti. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile hanno interessato il vertice di Cosa nostra etnea, evidenziando la particolare attitudine del gotha della famiglia Santapaola-Ercolano verso il settore economico, attraverso il reimpiego di capitali illeciti. Il gruppo si era anche specializzato in 'recupero crediti', con il privato che ricorre a criminali per riscuotere il proprio credito invece di adire le vie legali. Durante l'operazione sono state sequestrate, in via preventiva, società che gestiscono impianti sportivi, attività nel settore della ristorazione, parcheggi ed autolavaggi e uno stabilimento balneare, per un valore complessivo di alcuni milioni di euro. Particolari sulle indagini saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà dalle 11 nella sala conferenza della Procura di Catania. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi