Ragusa

Riparte l'assistenza agli studenti disabili

Il commissario del Libero consorzio Dario Cartabellotta ha dato il via libera fino al 29 febbraio. Attende che la Regione preveda nuovi fondi per l'ente nella prossima Finanziaria. Primo faccia a faccia con i sindaci

Sindaci e Libero Consorzio Ragusa

La riunione tra il commissario Cartabellotta e i sindaci iblei

Ragusa - Trasporto e assistenza ai disabili ripartono. Il servizio sarà ripristinato a partire da martedì. Così ha deciso il commissario straordinario dell’ex Provincia Regionale Dario Cartabellotta, dopo una giornata assai convulsa, fatta di incontri, riunioni, ma condita anche dalle minacce dei familiari degli studenti disabili di occupare i locali di viale del Fante. Alla fine, il commissario ha deciso di rompere gli indugi e di dare attuazione alle promesse del presidente della Regione Rosario Crocetta: con la prossima finanziaria ci saranno i fondi per garantire il servizio fino alla fine dell’anno. Per alcuni, la mossa di Cartabellotta è un azzardo. I conti del Libero consorzio, infatti, sono prossimi alla bancarotta. E questo anticipo non fa bene al bilancio dell’ente.
Cartabellotta ha deciso di far ripartire il servizio, assumendosene la responsabilità, ma solo fino al 29 febbraio. Entro quella data, la Finanziaria regionale dovrebbe essere stata approvata.
A Palermo, intanto, i deputati iblei Orazio Ragusa, Nello Dipasquale e Pippo Digiacomo hanno firmato un emendamento alla prossima Finanziaria per garantire i fondi per il ripristino dei servizi essenziali. L’emendamento, che riguarda oltre che Ragusa anche Caltanissetta, è stato messo a punto dopo un confronto con Crocetta e gli assessori Luisa Lantieri e Alessandro Baccei. «La disponibilità del governo – ha spiegato i tre deputati iblei – è stata manifestata con la condivisione del percorso concertato, che dovrà servire a superare questa fase di criticità».
L’epilogo della vicenda dei servizi per i disabili era stato annunciato dalla senatrice Venerina Padua, che, ieri mattina, aveva incontrato Cartabellotta. La parlamentare nazionale del Pd ha anche annunciato che l’ex Provincia «stanzierà un milione per gli interventi di somma urgenza sulla rete stradale provinciale».
Con Cartabellotta, ieri pomeriggio, si è confrontata anche la Cgil. La delegazione, guidata dal segretario generale Giovanni Avola, al termine del faccia a faccia si è detta soddisfatta. Un altro incontro è stato già programmato per il 25 gennaio.

Risolto questo problema, il commissario Cartabellotta si è dedicato alla programmazione futura, per far partire al meglio il Libero consorzio. L'ha fatto in un incontro con i sindaci della provincia iblea, nel corso della quale ha proposto una sorta di road map su alcuni temi d'interesse generale: accelerare la spesa dei fondi ex Insicem, rifiuti, programmazione europea. Si è anche parlato di autostrada. Cartabellotta ha, quindi, proposto un metodo di lavoro con scadenza 30 giugno «per aggredire alcune problematiche e fare azioni nella logica del Libero consorzio». Infine, il commissario, dopo aver ascoltato gli interventi dei vari sindaci, ha deciso di mantenere la partecipazione dell'ex Provincia nella Sosvi e nella Film Commission Ragusa.

Il sindaco di Modica Ignazio Abbate, da parte sua, ha avanzato la necessità di privilegiare progetti cantierabili rispetto a quelli previsti nell'accordo di programma del 2006; il vice sindaco di Comiso, Gaetano Gaglio, ha chiesto d'individuare per la programmazione europea interventi che vadano nell'ottica della condivisione di tutto il territorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi