Ragusa

La Cna dichiara guerra agli abusivi

Il fenomeno è particolarmente avvertito nel settore dell'autoriparazione. Coinvolte Prefettura e forze dell'ordine

Assemblea autoriparatori Cna Ragusa

L'assemblea della Cna

Una campagna a 360 gradi contro la concorrenza sleale e l’abusivismo. Ad annunciarla la responsabile nazionale della Cna Autoriparazione, Antonella Grasso, che, di fronte ai rappresentanti delle forze dell’ordine e a tutti gli operatori del settore intervenuti, ha parlato della necessità di avviare un percorso sinergico per fermare un circuito vizioso che rischia, e in parte lo già sta facendo, di mettere in ginocchio le imprese in regola, quelle che pagano le tasse e che, a un certo punto, si trovano di fronte a un bivio: chiudere o praticare l’abusivismo per evitare di finire a fondo. «Una situazione inconcepibile – ha detto Grasso – per cui è necessario adottare le opportune contromisure. E da questo momento la Cna darà il via a una campagna aggressiva e pesante affinché il problema possa essere affrontato nella maniera dovuta. Non è più il tempo di rimanere a guardare». Il presidente degli autoriparatori Vincenzo Canzonieri ha spiegato che «questo appuntamento ci ha consentito di fare il punto su una situazione sempre più complessa, analizzando da vicino tutte le problematiche riguardanti il fenomeno dell’abusivismo nel settore che sembra avere raggiunto livelli allarmanti e rispetto al quale è necessario trovare delle soluzioni univoche. Ecco perché abbiamo chiesto il coinvolgimento del prefetto e dei rappresentanti delle forze dell'ordine (carabinieri, polizia stradale, guardia di finanza e polizia provinciale). Lo sappiamo. Questo fenomeno è difficile da contrastare. Ma da qualche parte si deve pure cominciare. Altrimenti la strada delle imprese che oggi sono in regola è segnata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi