Modica

Tentato furto in un albergo, manette a due nordafricani

La Polizia li ha bloccati mentre cercavano di portar via alcuni televisori dal nuovo hotel non ancora aperto al pubblico

Commissariato Modica

La Polizia di Modica arresta due tunisini per tentato furto

La Polizia ha arrestato i tunisini Samer Helel, 35 anni, e Anis Zaouli, 30, sorpresi a rubare in un albergo del centro storico di Modica Alta. I due avevano ben pensato di fare razzia nel nuovo albergo “Dodeskaden”, sito nei pressi del Duomo di San Giorgio, ancora non aperto al pubblico. Le loro mosse sono state notate da un residente che ha telefonato in Commissariato. Una prima pattuglia raggiungeva la zona senza però riuscire a rintracciare i soggetti. Durante la perlustrazione, gli agenti hanno notato che una vetrata del nuovo albergo era in frantumi. Intuendo che i due ladri fossero proprio nell’albergo, venivano fatte confluire altre pattuglie che bloccavano le vie d’uscita. Iniziava, quindi, il controllo dei locali, stanza per stanza. Helel è stato trovato subito, mentre il suo complice scappava per i vicoli, facendo perdere le proprie tracce. Riconosciuto dai poliziotti in Zaouli, è stato predisposto un appostamento nei pressi della sua abitazione, dove il tunisino è arrivato poco dopo. E' stato subito bloccato. Il sopralluogo nell’albergo, consentiva di appurare che i due immigrati avevano già smontato tre televisori di ultima generazione e che la refurtiva era pronta per essere portata via. Helel e Zaouli sono accusati di furto aggravato in concorso. Helel, inoltre, che era già agli arresti in casa, è stato accusato pure di evasione e resistenza a pubblico ufficiale. La Procura ha disposto per entrambi gli arresti domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi