Santa Croce Camerina

L'area dell'ex caserma GdF assegnata al Comune

Adesso si potrà realizzare la progettata passeggiata a mare

Panoramica Punta Secca

Punta Secca si arricchirà di un'altra passeggiata a mare

L’assessorato regionale Territorio e ambiente ha disposto la concessione al Comune di Santa Croce Camerina dell’area su cui sorgeva l’ex caserma della Guarda di finanza di Punta Secca. Il verbale di consegna dell’area, estesa 916,16 metri quadrati, è stato firmato dal sindaco Franca Iurato e dal rappresentante regionale del Demanio marittimo. L’iter particolarmente tribolato, con una istanza avanzata all’assessorato nell’ottobre del 2012, dopo la demolizione del rudere dell’ex caserma, sembra dunque arrivato a un punto fermo. «Questo significa – dice il sindaco Iurato – che sarà possibile procedere con la riqualificazione dell’area con la realizzazione di un belvedere destinato alla pubblica fruizione già dalla prossima estate. Il progetto contempla la realizzazione di una pavimentazione in pietra locale per ottenere una sempre migliore riqualificazione della borgata di Punta Secca che, grazie anche alla continua promozione di cui gode con la fiction tv di Montalbano, può davvero diventare un punto di riferimento internazionale per i flussi turistici che abbiamo il dovere di accogliere con la massima cura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi