Pozzallo

Di nuovo in Italia
dopo espulsione

Due marocchini sorpresi e arrestati dalla polizia di Stato di Ragusa, in seguito a un recente sbarco sulle coste sicule

Di nuovo in Italiadopo espulsione

Due marocchini espulsi con rimpatrio coatto sono stati arrestati dalla polizia di Stato di Ragusa dopo essere sbarcati nuovamente in Italia. Agenti della squadra mobile li hanno identificati tra i circa 300 migranti arrivati il 14 novembre scorso nel porto di Pozzallo. Sono Rafik El Adi, di 30 anni, e Younes En Naqab, di 31. Il testo unico sull'immigrazione prevede l'arresto obbligatorio di chi è stato espulso e fa rientro clandestinamente in Italia entro dieci anni. En Naqab, in particolare, era stato espulso come misura sostitutiva alla detenzione in carcere: era stato condannato a Rovigo a un anno e sei mesi di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti, ma il giudice aveva sospeso la pena, che adesso dovrà scontare, disponendone il rimpatrio I due marocchini, su disposizione della Procura di Ragusa, sono stati condotti in carcere. (A.A.).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi