AMBIENTE

Sindaci iblei
contrari a nuova
piattaforma

La conferenza ha espresso parere contrario alla richiesta di Valutazione di impatto ambientale avanzata dalla Edison per la concessione di una nuova megapiattaforma offshore, Vega B, che dovrebbe essere realizzata a largo di Pozzallo.

Sindaci iblei
contrari a nuova
piattaforma
La conferenza dei sindaci dei comuni del litorale ibleo e della provincia di Ragusa ha espresso parere contrario alla richiesta di Valutazione di impatto ambientale avanzata dalla Edison per la concessione di una nuova megapiattaforma offshore, Vega B, che dovrebbe essere realizzata a largo di Pozzallo. Un "no" soprattutto di carattere tecnico perché nella pratica non sono presenti gli elaborati riguardanti lo studio delle correnti e perché il litorale è a forte rischio sismico. Un "no" anche politico perché i sindaci di Scicli, Santa Croce Camerina, Vittoria e Modica e il commissario straordinario della Provincia - che hanno reso parere negativo alla valutazione di impatto ambientrale da trasmettere al Ministero dell'Ambiente - ritengono dannoso per l'ecosistema marino la realizzazione di un'altra megapiattaforma offshore nel Canale Sicilia che verrebbe ad affiancare la piattaforma Vega A, al centro di un'inchiesta giudiziaria coordinata dalla Procura della Repubblica di Modica che ha portato al rinvio a giudizio di sei persone per inquinamento del mare. Secondo l'accusa la piattaforma avrebbe causato danni all'ecosistema marino per decine di milioni di euro a causa dello sversamento di olio di sentina e altri materiali liquidi inquinanti. La Edison, che detiene il 60 per cento della piattaforma (il restante è dell'Eni), ritiene di aver agito invece nel pieno rispetto delle leggi.(ANSA)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi