CATANIA

Stancanelli batte cassa
domani va dal ministro

Il sindaco di Catania si recherà a Roma per "incontrare il ministro Annamaria Cancellieri". "Vogliamo avere certezze - aggiunge Stancanelli - che in tempi brevissimi sarà firmata un'assegnazione dei fondi anche per i Comuni delle Regioni a statuto speciale, esclusi dal contributo erogato il 27 agosto scorso valido solo per gli Enti locali delle Regioni a statuto ordinario"

Raffaele Stancanelli
Per "rappresentare il comprensibile malessere dei dipendenti comunali che, a causa della mancata erogazione dell'anticipo della terza rata ministeriale del fondo di riequilibrio degli Enti locali, non hanno ancora ricevuto lo stipendio di agosto", domani il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, si recherà a Roma per "incontrare il ministro Annamaria Cancellieri". "Vogliamo avere certezze - aggiunge Stancanelli - che in tempi brevissimi sarà firmata un'assegnazione dei fondi anche per i Comuni delle Regioni a statuto speciale, esclusi dal contributo erogato il 27 agosto scorso valido solo per gli Enti locali delle Regioni a statuto ordinario". Una "disattenzione" che, spiega il sindaco, ha creato uno squilibrio nel flusso dei pagamenti già programmati dal Comune di Catania e che "nonostante le assicurazioni di una sollecita revisione del provvedimento, nonostante i quotidiani colloqui telefonici con rappresentanti del ministero dell'Interno, non si é ancora avuto alcun riscontro della correzione del decreto". "I dipendenti con le loro famiglie e l'amministrazione comunale - osserva il sindaco Stancanelli - stanno patendo ingiustamente difficoltà e disagi causati dal governo centrale che bisogna immediatamente rimuovere. Il ministro Cancellieri mi ha garantito il suo interessamento diretto e personale. I dipendenti comunali hanno pienamente a ragione a rivendicare i loro diritti, e per questo ci stiamo battendo assieme a loro". (ANSA)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi